Translations - Italian - Spring Rite

Dea, Riti e Misteri della Dea
Liturgia della Fellowship of Isis di Olivia Robertson

Primavera: Rito della Salute
 
Rituale no. 4

ORACOLO DELLA DEA DANA
 
Invocazione: Incantevole Dana, nei cui capelli ondulati brillano soli multicolori, la cui veste sono gli Oceani, che sei la Madre divina dei Tuatha de Danann di Atlantide e delle Terre occidentali: donaci la tua gioia. Donaci una buona salute e la consapevolezza della bellezza di tutta la natura che è il Tuo velo. Desideriamo glorificare la vita e manifestare le sue innumerevoli bellezze nelle nostre opere.

Oracolo della Dea Dana attraverso la sua sacerdotessa

La più umile zolla di terra ha i suoi gioielli particolari. Perché sappiate che sebbene il piccolo non possa comprendere, ma solo riflettere, il Grande: tuttavia il Grande comprende, permea e anima il piccolo. Ogni cristallo di neve manifesta il suo modello individuale della Divinità. E questo è ciò che si intende per immanenza dello Spirito Divino.
 
Molti di voi hanno chiesto con urgenza di elevarsi alle altezze dell'arte e della scienza divina: tuttavia hanno perso i propri doni particolari durante la loro ascesa vertiginosa. Perché io sono trovata nel riso della vita quotidiana: nell'assurdo; nel disegno casuale; nel piccolo talento ignorato. Voi disprezzate i vostri doni individuali; e crescete male. La vera salute consiste nell'essere in armonia con le sfere più alte e con quelle inferiori; è di fondersi con tutti i gradi di coscienza. In caso contrario, la malattia e la tristezza ripristinano l'equilibrio, ricordandovi ciò che ignorate. Perché l'artista che vede la bellezza in una ciotola di frutta su un tavolo da cucina mi conosce, così come lo scienziato che penetra l'atomo, e l'occultista che trascende la sfera terrena.
Siate originali: perché ciò che in voi è originale è della Divinità. Ciò che è pura e semplice ripetizione non esiste. Portate alle Divinità il dono di voi stessi. Non disprezzate le vostre stranezze. Gioite  della vostra Originalità e imparerete quale sia la vostra Origine. E così conoscerete la Sorgente divina.

Rispettate l'Originalità in tutto ciò che vi riguarda, che si tratti di un gatto particolare con i suoi modi particolari, o dei disegni di un bambino. Così conoscerete il loro vero io. E il vostro Vero Sé sarà evidente sul piano terreno, conoscerete la perfetta salute e irradierete salute a tutte quelle vite che sono in relazione con voi. Esprimete la Divinità attraverso la musica e le arti e attraverso le vostre opere, e attraverso le radiazioni della vostra aura color arcobaleno. Ogni aura si differenzia dall'altra: dateci il vostro dono unico!

Sull'altare vi sia una ciotola di terra, un bicchiere d'acqua, una candela e una fiala di olio. Un amuleto da magnetizzare per una buona salute è posto accanto all'olio.

Devoto: Possano le Dee portarci i loro doni di buona salute e felicità.

Invocazione per la Forza: Facciamo appello a te, o Gea, Dea della Terra, Madre di tutti, la più Vecchia di tutti gli esseri. Tu nutri tutte le creature che si muovono sulla bella terra, e tutte quelle che sono nei sentieri dei mari, e tutte quelle che volano.

Il Devoto mette la terra in ogni mano e su ogni piede.

Devoto: Sacra Madre, donaci serenità e forza.

Il devoto consente al potere della terra di salire attraverso i piedi e lungo la spina dorsale con calore radiante.

Invocazione per la vitalità: Beata Savitri, permettici di ricevere la vita da te come il tuo consorte:

"In grembo la Sua testa appoggiò mentre Lo stendeva sulla spada, stringendoLo al cuore palpitante, Baciò le sue labbra con respiro ansimante. Sul proprio grembo con profonda gentilezza Posò il capo del Suo consorte morto. E il tocco del vero affetto, Fremente Lo riportò alla vita. Come restituito da regioni lontane Il Principe guardò la Sua sposa ".

Il Devoto mette le mani a coppa intorno fiamma della candela e vi guarda dentro. Il potere della vita è percepito attraverso il cuore e la fronte e l'aura intera, con raggi dorati.

Invocazione per la Radiosità: Salutiamo la maestosa Afrodite, coronata d'oro e bella. Il soffio umido del vento La spingeva sulle onde del mare ruggente in forma di  morbida schiuma, e là la Casa ricoperta d'oro La accolse con gioia. Oh Tu adornata di oricalco donaci la libertà di unirci alle aggraziate danze delle divinità.

Il Devoto beve la tazza di acqua lentamente e sente il potere come una doccia brillante di luce argentea fluire attraverso il corpo e l'aura portando la gioia e la forza del movimento rapido.

Invocazione per la Salute Mentale: Ci sia concesso comprendere l'insegnamento di Zarathustra nel suo inno: "La parte migliore sarà di chi, mentre un Iniziato proclama precetti divini di integrità, di Virtù e Immortalità, come il Saggio sa che si tratta di tutto quel Dominio che può essere accresciuto per lui da una Buona Mente ".

La Benedizione dell' Amuleto

Il Devoto tiene l'amuleto sulla fiamma della candela.

Invocazione: O Iside, benedici questo amuleto affinchè chiunque lo usi possa percepire la potenza di un beneficio. Possa Tuo figlio Kephera, il Sole Scarabeo, consacrare questo amuleto, Colui che nel libro della venuta alla luce del giorno disse queste parole: "Io sono Tem Kephera, Che è venuto in essere sulla coscia della Sua Madre Divina. Ecco, mi riunisco all'amuleto in ogni luogo si trovi. Navigo di notte nella barca di Ra Makhent, quando Essa veleggia fino al Lago di Fuoco negli Inferi. Ecco, io mi riunisco all'amuleto, l'amuleto che la Madre ha creato dalle forme di esistenza e a cui gli Dei hanno dato il calore del fuoco. Ecco, l'amuleto Mi è dato ovunque si trovi, più veloce dei levrieri e più veloce di un'ombra ".

Il Devoto pone olio sull' amuleto e lo mette sul cuore.

Siano rese grazie ad Iside per la consacrazione di questo amuleto attraverso l'incantesimo di Tem-Kephera, il coleottero che racchiude in sé il sole interiore. Possano i nostri cuori essere pieni di forza e benevolenza. Possiamo noi essere benedetti dalla Dea Dana, Madre Sacra dei Tuatha de Danann.

Meditazione

Il Devoto visualizza una felice esperienza nella Terra del desiderio del cuore, Ildathac, dopo aver letto queste parole antiche rivolte a Bran da una fata: "Prendi questo ramo da un albero di mele di Emhain, come quelli che sono familiari; ramoscelli d'argento bianco sono su di esso, e gemme di cristallo con fiori. C'è un'isola lontana, intorno alla quale luccicano i cavallucci marini, che fluttuano sulla loro bianca rotta verso la sua costa splendente; quattro pilastri la supportano, scintillando attraverso eoni di bellezza, una terra amena attraverso le epoche del mondo su cui molti fiori piovono. C'è un enorme albero fiorito lì, sul quale gli uccelli passano le ore. Colori di ogni tonalità emettono barlumi di luce su tutti i morbidi campi familiari. Senza pena, senza dolore, senza morte, senza alcuna malattia, questo è il carattere della terra dai mille colori, Ildathac.  Che Bran ascolti la saggezza esposta a lui. Non affondare su un letto di pigrizia; non lasciare che il tuo stupore prenda il sopravvento. Inizia un viaggio attraverso il mare limpido, per scoprire se puoi raggiungere la Terra della Donna ".

Il devoto fa esperienza di felicità di l'armonia e di salute perfetta.

Preghiera: Possano tutti gli esseri essere benedetti con armonia e gioia.
 
Ringraziamento: Siano ringraziate le dee per la salute e la felicità.

Il Devoto pone acqua sulla propria fronte.


Fonti: "Esiodo, Inni Omerici, Frammenti del ciclo epico, Homerica", Hesiod, tradotto da Hugh G. Evelyn-White, Loeb Classical Library series no. 57, Harvard University Press, Cambridge and William Heinemann, London, 1959. “The Ramayana and the Mahabharata”, Romesh Chunder Dutt and Ernest Rhys, editori, Everyman‘s Library series, edition no. 403, John M. Dent & Sons, London, E. P. Dutton & Co., New York, prima edizione 1915. “The Hymns of Zarathustra”, from “The Zend-Avesta”, Sacred Books of the East series, traduzione di James Darmesteter, edito da Frederick Max Muller, Motilal Banarsidass, Bungalow Road, Jawaharnagar, Delhi 7, India. “The Book of the Dead: The Papyrus of Ani in the British Museum, the Egyptian text with Interlinear Translation”, Sir E. A. Wallis Budge, Routledge & Kegan Paul Ltd., London, 1909, prima edizione a cura del British Museum, London, 1895. “Scottish Gaelic Folk Prayer”, and “11th Century Poem”, Irish Anonymous author, 7th - 8th works, da "A Celtic Miscellany”, Kenneth Hurlstone Jackson, Routledge & Kegan Paul Ltd., London, 1967. "Communion with the Goddess. Part I. The Vital Elements", (Manual of the Fellowship of Isis series), Lawrence Durdin-Robertson, Cesara Publications, Clonegal Castle, Ireland, 1976.
 
 

La Compagnia di Iside

 

FOI ritual translation by Aglaia of En Erebos Phos Iseum, Rome, Italy.

Comments