Italian: L'alchimia di Iside di Caroline Wise

L'alchimia di Iside

Caroline Wise, AU, ArchDrs. GDC, SA

Isis of the Thames Lyceum

Gli ultimi venti anni hanno visto un enorme risveglio dell'interesse per la Dea, l'aspetto femminile della divinità che è stato trascurato per tanto tempo dalle religioni dominanti nel mondo. Ora più che mai Lei sta rivelando Se Stessa, specie da quando abbiamo messo la terra in così grande pericolo a causa dell'abuso sulla natura.

Molte persone oggi hanno sentito il richiamo della Dea. L'hanno recuperata dai labirinti dei libri sacri, dalle mitologie, dall'archeologia, dalla canzone sacra e dalla danza, e anche attraverso il contatto psichico diretto. Questo groviglio di informazioni è stato sbrogliato da un nuovo sacerdozio, tratto dalle molte fibre del filo di seta di Arianna. La Dea ci mostra un modo diverso di guardare il mondo, una nuova direzione e una nuova attenzione. Seguendo i suoi percorsi il filo di seta è trasmutato in oro puro. Questa è l'alchimia di Iside.

Iside dei Diecimila Nomi è così chiamata perché rappresenta tutte le Dee, alcune ben conosciute, altre che iniziano a fiorire come oasi in un deserto. Iside era la principale dea degli egiziani, ma il suo culto si diffuse a sud e a ovest in Africa attraverso l'Alto Regno e in Medio Oriente attraverso il Basso Regno. La venuta dei greci macedoni sotto Alessandro Magno e lo sviluppo dell'Egitto tolemaico come conseguenza diffuse ulteriormente la sua adorazione. Effettivamente è dai Greci che ci arriva il nome di Iside, la loro versione dell'egiziano Auset. Iside era molto adorata ad Alessandria, dove l'alchimia si diffuse dapprima agli studiosi laici, e dettò i segreti alchemici nelle opere ermetiche attribuite a Ermete Trismegisto, i documenti di fondazione di tutte le successive esplorazioni alchemiche. L'avvento dell'Impero Romano diffuse la sua adorazione in tutta Europa e sia la Libia che Londra le dedicò templi. È durante questo periodo che Iside è stata identificata con tutte le Dee, un'identificazione che continua ancora oggi.

I Misteri di Iside praticati nel periodo greco-romano vertono su molti temi. Lei simboleggiava la resurrezione, nel senso che Ella risvegliò attraverso la sua magia il grande Osiride, suo marito, quando fu ucciso da Set. Inoltre si incentrarono sulla fertilità e sulla prosperità, poiché Osiride era un dio del grano e la sua resurrezione annuale era la nascita del nuovo raccolto dalla terra nera dell'Egitto; era conosciuto, in epoca romana, come il cesto del pane dell'impero. La condivisione del pane sacro per celebrare la risurrezione fu in seguito adottata dal cristianesimo. Iside venne associata alla verità, alla natura, all'amore e alla bellezza mentre assorbiva gli aspetti delle altre Dee, diventando la Dea universale. Lei presiede la terra e il mare, diventando Patrona della navigazione, che i marinai conoscevano come Iside delle Navi. Le figure femminili sulla prua delle navi hanno origine in Iside: lei era Stella Maris, stella del mare, un titolo successivamente trasferito alla Vergine Maria.

Nella sua forma alata divenne associata ai regni dell'aria e al significato di fuga. Questa associazione con tutte le vie di trasporto, sia antiche che moderne, è molto viva nella Compagnia di Iside oggi mentre si estende dall'Irlanda a tutti i continenti del mondo.

L'antico nome di Iside significa "trono", poiché rappresentava il governo dell'Egitto, e in seguito, per estensione, la tutela di tutto il mondo, per tutto il ciclo dell'anno. Queste trasformazioni nel suo ruolo fanno parte dell'Alchimia di Iside come quei cambiamenti che porta a coloro che tocca.

Molti di questi riguardano questioni al di là del fisico. Controlla l'attivazione della Kundalini, o "potenza del serpente" nell'apertura dei centri psichici. Ha anche insegnato la conoscenza delle altre divinità delle stelle. Molti di coloro che hanno sperimentato la trasformazione psichica attraverso le visioni di Iside parlano della Sua venuta dalle stelle. Non è una coincidenza che così tanti contattati UFO parlino di una "donna di grazia divina" che impartisce loro saggezza, poiché questo è sempre stato il suo ruolo, in qualunque forma il veicolo fosse percepito, e qualunque sia la verità letterale di questi incontri. Dopo tutto, Isis è la figlia della Dea Stella Nuit.

Coloro che lavorano con la Dea nella sua miriade di forme scopriranno che l'unica cosa che è costante è il cambiamento! Iside è Signora della Magia, che si dice sia più potente di mille maghi. Come padrona dell'Egitto, la terra prima conosciuta come Khem, ora ha portato la sua alchimia (dal nome della sua terra) alle migliaia di membri della Compagnia di Iside. Hanno sperimentato grandi cambiamenti della vita, un'esplosione di creatività, un cambiamento nella direzione della loro vita, aumentate abilità psichiche e approfondimenti più profondi nei misteri e anche nella loro vita quotidiana.

La Compagnia di Iside è ora una forza importante nel movimento internazionale per il rinnovo della religione della Dea. Per capire come è nato dobbiamo guardare nel modo in cui si è rivelata ai fondatori della Compagnia.

Il Tempio di Iside al Castello di Clonegal è il Centro di fondazione della Compagnia. Questo castello è la casa ancestrale di Lawrence Durdin-Robertson e Olivia Robertson, sua sorella. Si trova in una valle circondata da colline e una bella montagna viola. È magicamente posizionato tra due fiumi, alla loro confluenza. Il Derry, che prende il nome dall'albero della quercia, e la Slaney si gettano insieme nel luogo noto come Piede del corvo. Questo è il piede della Macha, la dea madre irlandese in una delle sue molte forme, e c'è una tradizione secondo cui questo era un antico centro matriarcale per i misteri. L'unione di due fiumi, che si tratti del Tigri e dell'Eufrate nella culla della civiltà mediorientale; i Beckhamptom e Winterbourne che fanno parte del paesaggio della Dea di Avebury; o il Derry e lo Slaney, formano un altro simbolo alchemico del Femminile Divino, poiché forze diverse si fondono in un nuovo e più grande insieme. Creano le corna di Iside nell'aspetto di Sua Madre, quando Ella sta allattando il Bambino Divino Horus e le corna della mucca di Hathor, Dea della bellezza, dell'amore e della danza. Formano le corna di Elen, Iside La Verde e la Dea dei sentieri. Le corna della luna che reggono il disco del sole sull'abito di Iside rappresentano l'alchimia femminile, mentre crescono e calano mensilmente. I palchi crescono, maturano e vengono poi eliminati ogni anno segnando i cambiamenti stagionali della Ruota dell'Anno. Le stagioni di svolta portano le migrazioni delle renne e dunque il calpestamento dei loro zoccoli sulla terra che crea le prime tracce e percorsi.

Il percorso del Tempio di Iside è formato da un lungo viale di tigli che i visitatori percepiscono come un vero ponte arcobaleno tra il mondo mondano e l'incantevole tempio, dove tanti sperimentano altri regni e la comunione con la Dea. In un campo su un lato del viale si trova la Bullawn Stone, un antico megalite rotondo che rappresenta il principio femminile. Una cavità scolpita raccoglie l'acqua piovana che guarisce dalle malattie la gente del posto che usa l'acqua per curare i loro disturbi. Poco oltre questo punto del viale si trova il punto in cui un meteorite cadde alla fine del 19 ° secolo. Questo oggetto celeste, scelse di fondersi a Clonegal, brillò per quattro anni fornendo un caldo posatoio per i corvi locali, gli uccelli della Morrigan, una delle maggiori dea irlandesi.

Fu lungo questa strada che Olivia e Lawrence arrivarono da piccoli quando si trasferirono in Eire dal Surrey, nel sud-est dell'Inghilterra. Era un viaggio fisico che doveva condurre a viaggi di altro tipo, verso altri mondi. Olivia ricorda che all'età di undici anni aiutava regolarmente i defunti trapassati di recente nella transizione verso il mondo successivo, la

più grande trasformazione di tutti. Ricorda: "Ricordo di aver aiutato un Vescovo ad attraversare un fiume fino all'altra sponda. La sua anima era come un sacco di foglie secche. "

Negli antichi misteri egizi la guida sulla più drammatica delle trasformazioni, dalla materia allo spirito, era la Dea Nephthys, Sorella di Iside, il Guardiano delle anime defunte. Questo è un compito svolto da molti spiritualisti contemporanei, ma Olivia a undici non aveva conoscenza di queste cose. Ricorda che non era "cosa facile" parlare di questi argomenti:"Milioni di persone hanno avuto esperienza di fenomeni psichici, UFO, spiriti, angeli e divinità. Progettano astralmente e hanno visioni, ma non ne parlano. Non è perché hanno paura del ridicolo, ma non rientra nell'esistenza quotidiana. C'è una sorta di barriera tra il mondo materiale e la spiritualità. Nel Medioevo non si poteva parlarne. O venivano bruciati o sono diventati dei santi quindi era un po 'rischioso' essere un sensitivo in quei giorni. Ma penso che le persone abbiano più fiducia nella realtà di queste esperienze ".

Olivia si è trovata a condurre una specie di doppia vita. Nella vita quotidiana di tutti i giorni lei era coscientemente impreparata in materia psichica, tuttavia nello stesso tempo si trovò ad aiutare i morti, proiettando e visitando astralmente ciò che lei e Lawrence chiamavano "estensioni". Questi erano regni che sembravano essere collegati a certe parti fisiche del castello. I suoi poteri di premonizione aumentarono, e parlò con suo padre, che era piuttosto sensitivo, di alcuni di questi. Per se stessa e per il mondo esterno, tuttavia, Olivia era la ragazza "sensibile" con i piedi per terra che andava brillantemente a scuola, amava la musica classica, prese una borsa di studio per la scuola d'arte e divenne una scrittrice di fama internazionale. Ma lei continuò tranquillamente a cercare altri che potessero entrare in comunione con la Divinità. All'inizio si rivolse all'Ortodossia. Lei ricorda:"Sentivo che il sacerdozio anglicano era ora totalmente incapace di incanalare il potere spirituale. I cattolici romani erano abituati a farlo, ma ora si vergognavano un po ', era diventato un difetto per le classi sociali superiori essere miracoloso. Dovevi solo essere un socialista e essere molto bravo con tutti. Questo è vero, è ciò che Cristo ha insegnato loro a fare, ma pochi di loro sono stati molto bravi a farlo. I metodisti erano meravigliosi con il loro canto e la loro guarigione, e gli indù erano maestri del passato, ma piuttosto disprezzavano il regno psichico. Erano nella più alta spiritualità, ma pensavo che la spiritualità superiore non li stesse facendo molto bene per quanto riguarda la riforma sociale. Hanno il sistema delle caste, che ho trovato molto profondo quando ho avuto modo di conoscerli meglio. Hanno i poveri vecchi intoccabili, dei quali a nessuno sembrava importare tranne Ghandi, che ammiravo immensamente. I sufi sono meravigliosi, ma non sembrano tollerare molto gli idolatri come gli indù.

Sono stata interessata ai Quaccheri per molto tempo. Erano molto bravi con il lavoro sociale e il piano materiale, ma poi hanno detto 'lo Spirito Santo se n'è andato, non abbiamo più lo Spirito Santo' quindi suppongo che la mia attitudine fosse più puntata verso la Chiesa d'Inghilterra, anche se non sembravano avere molto potere spirituale, perché erano buoni e rispettabili. Una buona sistemazione per Jane Austen. Così ho provato con l'ortodossia ".

Le visite di Olivia e le visioni di esseri extraterrestri la portarono a chiedere a quelli che lei riteneva fossero le autorità in materia per dirle di più. Lei dice:"Ho avuto una visione di un angelo una volta, e ricordo di avere chiesto a un Vescovo nella Camera dei Lord nel 1952. Gli ho chiesto degli angeli, aspettandomi che un uomo nella sua posizione potesse avere qualche conoscenza. Mi ha detto in modo molto rassicurante che non dovevo credere negli angeli. Quello che volevo dirgli era che conoscevo gli angeli, ne avevo visto uno e volevo fare una bella chiacchierata su di loro! Poi disse che non credeva nei miracoli, ma io sapevo che accadevano miracoli, non molto spesso, ma accadevano. Doveva dare alle persone lo Spirito Santo e la comunione, e a me stava dicendo che non credeva nei

miracoli! Mi ha colpito come solo una conversazione assurda può fare. Mi è stato detto da prima della mia Conferma che quando il vescovo mi avrebbe messo le mani sulla testa non mi sarei dovuta aspettare nulla, perché nulla sarebbe accaduto, e ovviamente non è successo niente. Non penso che il vescovo fosse più capace di canalizzare la Melusina - lo Spirito Santo - di una tazza di tè. In effetti una tazza di tè lo farebbe meglio - ti tirerebbe su di morale! "

I poteri psichici di Olivia continuarono ad aumentare, tanto che dovette accettare la loro realtà e cercare altrove un orientamento. “Stavo cercando di trovare un gruppo di persone a cui potessi davvero aderire. Ho incontrato i teosofi e molti gruppi che studiano le arti occulte e potrei confrontare i miei appunti con i loro. " Il suo percorso spirituale era ancora molto dominato dagli uomini. Era d'accordo con Ghandi e Albert Schweitzer e credeva in Cristo, come ancora fa, come manifestazione di Dio: "Lo siamo tutti, ma lui lo ha fatto molto bene", ma non riconosceva affatto la Dea in quel momento. Lei descrive l'effetto della trasformazione iniziale:"La Dea arriva come uno shock assoluto. Mi è sempre stato insegnato che era piuttosto comune andare in giro a vedere la Vergine Maria, specialmente da cattolici ben istruiti. Il loro atteggiamento era di lieve imbarazzo. Quindi quando ho iniziato a vedere le apparizioni era un po 'imbarazzante. Ricordo un sacerdote, in una predica della Chiesa d'Irlanda, che parlava della Madonna di Fatima, che diceva: "E affermano di aver visto la Vergine Maria, su un albero, una posizione molto impropria per cui ogni giovane si possa trovare. ' I protestanti avevano questa straordinaria antipatia per Maria, ed erano dubbiosi riguardo al concepimento della Vergine, poiché i miracoli stavano andando fuori moda, ma un miracolo è semplicemente l'improvvisa manifestazione di una sfera più grande in una più piccola ".

La visione di Olivia della Dea cominciò certamente ad avere un effetto alchemico sulla sua vita. Si rese conto che era un Sangreal, un Santo Graal, simbolo del divino principio femminile: "Venne nella forma del segno di Marte e del malvagio super-bambino, padrone del mondo, il tipo di bambino che fa il prepotente con tutti nel recinto di sabbia. Poi ho visto questo simbolo invertito e diventare il Santo Graal. Era il segno di Venere, o Ankh, l'ostia era lì, il cerchio di Marte, ma rovesciato con la stessa croce, e il contorno di una coppa. Nell' ankh o nel segno di Venere c'erano due corna, e l'ostia, il pane sacro stava adagiato tra queste cose. Solo più tardi riconobbi che quelle erano le corna di Hathor che avrei usato come emblema della Compagnia di Iside. Quindi la scoperta della Dea era un po 'come la fata madrina di Cenerentola che si rivela, o Venere che appare improvvisamente in una roccia a Tannhauser. "

Fu a suo fratello Lawrence (Derry) che manifestò la verità sulla realtà della Dea. Entrambi avevano letto gli Atti degli Apostoli nei loro primi anni '20. Derry divenne un ecclesiastico, e attraverso i suoi studi, e attraverso l'intuizione, vide "Dio la Madre", il Femminile Divino. Si convertì completamente. Olivia commenta:"Cercavo sempre di portare il Dio, sebbene mio fratello fosse totalmente per la Dea, come mio nipote. Poi ho capito che doveva essere così. A Derry non piaceva il sacrificio di Cristo, sanguinante, violento, torturato su una croce, un'orribile immagine innaturale. Ma una donna dona sangue mensile, naturalmente, come fonte di vita, fertilità. La madre era importantissima. Derry ha visto che la nostra negligenza ha portato così tanto orrore nel mondo, dal Sinodo di Whitby, dove i nuovi cristiani hanno decretato che le donne non avevano un'anima, alle streghe alle quali, a milioni e arse vive, fu presa la vita. Un giorno ho trovato Derry che schiodava Gesù da un crocifisso nella nostra cappella. Ho visto che la Dea aveva ragione e la sua gentilezza mi ha detto che avrei dovuto lavorare con lui per reintrodurre la religione della Dea. Era la stessa gentilezza mostrata dalla donna che lava i piedi di Cristo e la misericordia della Maddalena ".

Questa scoperta della Dea ha sovvertito l'intera vita di Olivia. La Dea era tutto ciò che le era stato insegnato a disprezzare come protestante anglo-irlandese, socialista e

materialista. Lo shock di scoprire che queste cose erano reali, che "dovremmo fare attenzione alla Signora nell'albero" era enorme.

Olivia era, in quel momento, un romanziere di grande successo. Aveva lasciato l'Irlanda durante la seconda guerra mondiale per adoperarsi come infermiera del distacco volontario VAD per la Croce Rossa. Mentre stava con un parente del clero a Somerset, aveva visto i bombardieri volare da e verso Coventry. Fino ad allora era stata una pacifista impegnata. Il suo vecchio socialismo e idealismo erano ancora lì, ma temperati dalla Morrigan, la Dea che aiuta gli uomini a compiere il passaggio dopo la morte sui campi di battaglia. Olivia era orgogliosa di essere stata presente nell'Inghilterra's Finest Hour.

Dopo la guerra Olivia tornò in Irlanda e studiò i giochi di strada dei bambini della baraccopoli di Dublino. Fu sorpresa di incontrare gli antichi misteri nel loro gioco. Ha scritto per l'Irish Times, il Tribune e per la Radio di come antichi giochi misteriosi siano stati trasformati dall'esperienza di povertà dei bambini; l'antico gioco della campana, dove l'obiettivo finale era stato un tempo il 'paradiso', ora era diventato il GPO (General Post Office) dato che era lì che i loro padri andavano a chiedere il sussidio! Ha scoperto che questi giochi erano basati su antiche tradizioni derivanti da rituali pagani, dalle iniziazioni ai culti misterici e alle società guerriere; il 'porcellino nel mezzo', che i bambini spingevano in giro, un tempo era stato il simbolo dell'anima.

Olivia ha anche studiato e scritto sui pionieri della baby therapy, tra cui la tecnica di Sister Mary Kenny per aiutare i bambini malformati e il lavoro di Estrid Dane, della British War Relief Society degli Stati Uniti. Estrid Dane ha sviluppato il lavoro del metodo Neumann- Neurode consistente in esercizi per i bambini, facendo sì che la colonna vertebrale si muovesse liberamente attraverso il movimento naturale piuttosto che con esercizi di balletto o di "scatti fisici". Questo sistema aveva somiglianze sia con lo Yoga che con l'Euritmica, e con la libera espressione nella danza di Isadora Duncan. Ciò ha portato Olivia a rendersi conto che è stato un bene per la salute fisica e mentale per le persone mostrarsi. Si sarebbero potuti sbarazzare delle inibizioni che intasano il sistema e causano ogni sorta di problemi, attraverso il canto, la canzone e la danza naturale, il dominio della Dea Hathor. Con la libera espressione, i bambini possono sviluppare le loro personalità e gli adulti trasformano le loro vite.

Quando si dedicò a scrivere romanzi, Olivia ebbe immediatamente successo. Il suo secondo romanzo 'Field of the Stranger' (terreno dello straniero) era una scelta della Book Society e ricevette ottime recensioni sul London Times Literary Supplement e sul Chicago National Herald, per citarne solo due. Questo romanzo era ambientato nella campagna irlandese che conosceva così bene e fino a quando la Dea non arrivò, Olivia recitò la parte che si aspettava da lei. Indossava le solite vesti marroni scure, non portava il trucco e teneva i capelli corti, perché in quel momento e nei suoi circoli non era cosa conveniente sembrare femminile, dal momento che la femminilità era equiparata alla follia. All'improvviso decise di permettere alla trasformazione interiore di mostrarsi al mondo esterno. Ha lasciato crescere i capelli, stupita che crescessero così tanto, ha cominciato a indossare colori vivaci e trucco. Cominciò a scrivere rituali e ad usare un linguaggio romantico piuttosto che l'ottimo inglese anglosassone "Low Dutch" (un dialetto olandese parlato in America da immigrati provenienti dai Paesi Bassi). Lei ricorda:"Suppongo di aver sbalordito i miei precedenti lettori. Mi è stato detto che "Field of the Stranger" era in ogni casa di campagna in Inghilterra. Ho prodotto il mio ultimo lavoro per l'ortodossia nel 1956, "Dublin Phoenix" per Jonathan Cape. Si è esaurito il primo giorno di pubblicazione, ma la mia stella si stava trasformando, stavo cambiando. Mi sembrava che mi stessero crescendo le ali, emergendo da una crisalide. Stavo facendo yoga e sembrava quasi di diventare più giovane. Ero molto miope, ma smisi di indossare gli occhiali e la mia vista migliorò, curiosamente. Ho iniziato ad indossare amuleti di velluto nero e argento.

Supponevo che io e il mio amico, con il nostro look preraffaellita, fossimo dei pionieri hippy! "

Sebbene le sue esperienze nella guerra abbiano trasformato il punto di vista di Olivia sul pacifismo, lei tuttavia sente che la Dea ha cominciato ad aumentare la forza della sua chiamata dopo l'esplosione della bomba atomica: "Siamo giardinieri della terra, come nell'Eden. Siamo guardiani che si prendono cura di tutte le specie e fanno parte della grande simbiosi di animali e angeli. Abbiamo fallito, quindi stiamo ricevendo aiuto dai reami non umani. Sono totalmente contraria alla dualità, tutto viene visto come buono contro il cattivo, il bianco e il nero. I demoni più orribili vengono da dentro di te, e quindi devi trasformarli. "

La reintroduzione della religione della Dea attraverso la Compagnia di Iside ha funzionato, e la sua alchimia sta modellando e cambiando la vita di coloro che hanno risposto alla chiamata. Iside nei suoi 10.000 nomi è stata animata in tutto il pianeta. Alcuni, ad esempio, stanno seguendo il percorso di Sekmet, la dea dalla testa di leone che trasforma la guerra in gioiosa celebrazione; un certo onore va a Brigida, la dea celtica del fabbro e della poesia, che trasforma semplici parole e metalli di base; altri hanno scelto Artemide, Signora delle Bestie, e si sforzano di rendere il mondo un posto migliore per gli animali, e c'è una fascia crescente che lavora con le Dee Gaia e Elena, dedicate alla conservazione della nostra preziosa terra. Kwan Yin e Amaterasu vengono ascoltate di nuovo in Estremo Oriente. La celebrazione di Ngame d'Africa e Lakshmi dell'India continua dopo migliaia di anni. Attraverso la Compagnia di Iside, si può sperimentare la comunione con e ricevere la saggezza da tutto questo e molto altro. L'Alchimia di Iside, l'ultima trasformazione, sta lentamente ma costantemente cambiando il mondo.

Circa l'autore: Caroline Wise è stata membro della Fellowship of Isis per 21 anni.Lei è Sacerdotessa, Ierofante, Arcidruida, Gran Dama Comandante, Alchimista Solare e membro della ArcPriesthood Union, Arcidruid Union e Grand Commander Union all'interno della FOI, e una Sacerdotessa nel Tempio di Iside, a Geyserville, in California. Ha aiutato a fondare diversi licei, boschetti e priorati all'interno della Compagnia. Caroline organizzò la prima Convenzione FOI che ebbe luogo a Londra nel settembre del 1990. È stata attiva nella comunità esoterica per molti anni. La sua ricerca sulla dea Elen dovrebbe uscire in forma di libro entro la fine dell'anno. Caroline è un contributore regolare presente nello Specchio di Iside. È membro del comitato consultivo Star of Elen, del comitato consultivo del Circolo di Isis e membro fondatore del Symposium Muses.

Traduzione di Ivana Circe Modesto
La traduzione è adeguata per rendere più scorrevole la lettura in lingua italiana.




La Compagnia di Iside



Comments