Translations - Italian - Mystery of Spheres

Dea, Riti e Misteri della Dea
 
Liturgia della Fellowship of Isis Liturgy di Olivia Robertson
 
Il Mistero delle Sfere

Rituale no. 9
 
Oracolo della Dea Nut


Invocazione: Madre degli Dei, Grande Abisso Celeste, Nut, veglia su di noi mentre ci accostiamo ai Misteri. Aiuta coloro che sono spaventati dall' Ignoto. Stendi il tuo manto stellato su di noi.

Il tuo corpo la volta celeste sopra di noi e rechi la via Lattea come tuo velo. Tu che sei grande, abbi compassione della nostra piccolezza, Tu che sei potente, rafforza il debole. Come avvolgi lo spazio e il tempo nella tua oscurit avvolgi le nostre anime nel loro fluire verso l'eternit.

Oracolo della Dea Nut attraverso la sua sacerdotessa:

Non abbiate paura dell'ignoto: perch Io sono l'Ignoto. Da me nasce il Sole e la sua progenie i pianeti: e quando il Sole finisce il suo tempo io lo accolgo nel mio abbraccio oscuro: poich io sono la Nascita e la Morte. Cosi il sole perde la sua luce nel mio Abisso e ritorna ancora pi forte in altre Sfere: perch io sono la Signora delle Sfere e dei Mondi. Io sono lo spazio tra ogni atomo, e da esso genero nuove galassie. E prendo con me solo ci che deve essere trasformato in una forma di vita superiore.

Cosi per voi. Ho bisogno di ciascun sole, ciascun albero, ognuno di voi. Senza uno solo di questi elementi il mio corpo stellato sarebbe incompleto. Io vi conosco, imparate a conoscere Me.

Quando mi onorate come la Madre Terra, mi parlate con la confidenza dei figli che si rivolgono alla loro Madre, fonte di ogni bene. Quando crescete in pensieri e opere vi allontano da me per aiutare i vostri passi. Camminate compiaciuti delle vostre nuove capacit e mi dimenticate. Ma anche questa la mia volont・ Vi rivolgete al Padre, da Lui imparate le regole e la forza per farle rispettare.

Quando giungete alla fine del vostro apprendistato dal padre, tornate a me e vi rivolgete a me come Iside. Lei vi attira con potenti incantesimi alla sfera della Luna. La Regina Persefone invece vi attira nel mondo delle ombre e vi insegna le arti misteriose. La Dea del Sole splendente Grainne invece vi porta la nostalgia per l'unione sacra di due Anime Gemelle in un amore senza fine.

Eppure quando arriva l'inverno con il buio e il freddo volgete lo sguardo ai piloni che sono a guardia del mio Abisso. E sapete che io vi attendo come voi attendete me. Tra le mia braccia azzurre tengo i misteri. Nel sonno della morte il vostro risveglio. Venite a me.

Mistero delle Sfere

Sull'altare, a Occidente siano poste una bacchetta, una coppa d'argento e due candele.

Accanto c' una corona di fiori rossi e una canna con tre sfere d'oro o campanelli appesi, o un sistro. La Sacerdotessa indossa un mantello nero con due fasce d'argento. Il neofita ha la testa e volto coperti da un panno di lino bianco e tiene un ramo, preferibilmente di vischio. I partecipanti tengono le candele spente. La Sacerdotessa traccia il segno della Ankh, a sud.

Sacerdotessa: (traccia l'ankh a sud) : Invoco la Dea Iside, figlia di Nut, Regina del Cielo.

Sacerdote: (traccia il segno degli Iperborei, il cerchio  con una croce a braccia uguali, ad ovest) Invoco la dea Frigga, regina degli Iperborei.

Sacerdote: (traccia il segno della chiave in greco, "Omega", a nord), Invoco la dea Persefone, regina degli inferi.

Sacerdote: Le Lune Oscure dell'inverno portano l' iniziazione per l'anima che penetra nell'Abisso e impara la conoscenza occulta dell'Albero della Vita che porta le Sfere come suo frutto. Sappiate che il conte di Saint Germain ha affrontato l'Iniziazione di Demofoonte, attraverso le due Dee Demetra e Persefone. Si trovava sul bordo del cratere del Vesuvio, porta degli inferi, l'Ade, governato dalla regina Persefone.

Il Neofita fa un passo in avanti.

Neofita: "Era notte, la luna, velata da nubi scure, gettava una luce incerta sulle balze di lava. Il mio capo era coperto dal velo di lino, e tenendo in mano il ramo d'oro, sono avanzato senza paura verso il punto in cui mi era stato ordinato di trascorrere la notte. Un fulmine balen per tutta la notte e diede alle fiamme del vulcano il colore del sangue. Ho messo il ramo misterioso sopra l'altare. (Neofita pone il ramo sull'altare.) "Ho pronunciato le parole formidabili. Immediatamente la terra tremava sotto i miei piedi, il tuono si schiantato. Il ramo consacrato era in fiamme.”

Il Sacerdote accende le candele.

Neofita: "Avvolto nelle tenebre sono sceso nell'abisso. Mi sono ritrovato in una stanza quadrata, con al centro una stella con riflessi di cristallo. Sul lato nord raffigurata  una donna: Lei era a torso nudo con un drappo nero sulle ginocchia e due fasce d'argento ornavano la sua veste. Sull'altare c'era una coppa e una punta di lancia. In mano recava un bastone che pose contro la fronte di un uomo di fronte a lei. "

Il Neofita si mette in ginocchio, a Nord. La Sacerdotessa rimuove il suo velo con le dita e tocca la sua  fronte. Il Candidato si alza e Lei gli offre una coppa di acqua fresca.

Sacerdote: Il candidato ha ricevuto l'iniziazione dalla Dea Persefone negli Inferi. Cos pu vedere e riconoscere la saggezza nascosta degli Abissi. Il suo cuore risvegliato cos la Verit unita con l'Amore in Armonia.

Sacerdotessa: Tuttavia necessario che l'Iniziato debba tornare dalla via  con cui arrivato, e cos vivere la musica delle sfere al di l Egli ora si trova all'interno del cristallo che aveva visto la prima volta al centro della stanza quadrata.

Neofita: "La sala in cui ero appena entrato era perfettamente circolare. Sembrava l'interno di un mondo composto di materia dura e trasparente come il cristallo, in modo che la luce entrasse da tutte le parti, la mia veste aveva cambiato il suo colore. Prima, quando sono entrato nella sala era verde, ma ora si era trasformato in un rosso brillante. Rimasi tre giorni nella sala. Dopo di che sono entrato in un posto circondato da colonnati. Al centro c'era un piedistallo di bronzo con sopra una statua che rappresentava un guerriero la cui maestosa testa era coperta con un elmo e una corona.

Era visibile un abito blu sotto le maglie dell'armatura d'oro. In una mano teneva un bastone bianco recante alcuni caratteri, l'altra tesa verso una donna bellissima completamente nuda e con un sole che splendeva sul suo seno. Nella mano destra teneva tre globi uniti da anelli d'oro, una corona di fiori rossi cingeva i suoi bei capelli ".

La Sacerdotessa si toglie il mantello e indossa sul capo la corona di fiori rossi. Prende la verga con sfere d'oro e dice "Lei salt in aria e con lei si sollev il guerriero, entrambi sostenuti dalla nuvole sopra di loro. Sui capitelli delle quattro colonne di marmo bianco erano fissate quattro statue di bronzo, avevano le ali, e suonavano trombe.."

Il Neofita raccoglie la bacchetta bianca e e con esse tocca sfere nelle mani della  Sacerdotessa.

Neofita: "Ho toccato un sole d'oro, che si trasforma in polvere. Poi ogni molecola divent un sole dorato in tutto simile al Sole Originale. In quel momento una voce forte e melodiosa esclam ... " Il lavoro perfetto "

Sacerdotessa: Cos sia dentro di noi tutti.

Il Sacerdote accende la candela e la porge a neofita. Ogni partecipante accende una candela da questa fiamma. A ognuna si possono pronunciare i nomi  delle stelle per ogni fiamma Polaris: Aldebaran: Capella: Betegeuse: Spica: Regulus: Vega: Altair: Castor: Polluce: Deneb: Sirius.

Sacerdote: Meditiamo sul mistero delle Sfere.

Meditazione

Sacerdote:  Inviamo il bene a tutti gli esseri viventi. Pronunciamo il nome di quelli per cui preghiamo e colleghiamolo a quello delle stelle.

Sacerdotessa: Rendiamo grazie a Iside, a Frigga e Persefone per la loro benedizione attraverso il mistero delle Sfere.


Fonti: "The Most Holy Trinosophia", St. Germain, edita da Manley P. Hall, The Philosophical Research Society, Los Angeles, 1962.

 

Translated by Plutarchos, a Magi of Isis of the Throne Lyceum, under the tutelage of Rt. Rev. deTraci Regula, ADU, OT. 

 

La Compagnia di Iside



Comments